I Risultati della Guerra alla Marijuana in Italia



Questo blog vuole raccontare delle storie, ma vuole anche fare cambiare delle opinioni su alcuni argomenti che vengono considerati "dall'opinione pubblica e dalla morale comune" impresentabili e di cui "si ritiene che" non sia neppure lecito parlarne.


Questo blog non è consigliabile (a causa di alcuni argomenti) ai minori, quindi i minori sono pregati di allontanarsi da questo sito, a meno che non ricevono il permesso dai genitori o da altri adulti responsabili.

      Spesso cercano di farci apparire certi fatti come assolutamente slegati, senza un apparente dipendenza o correlazione l'uno con l'altro, o servono a coprire i loro errori iniziali "e nascondere il fatto  che stanno perseverando in questi errori", o con delle assurde demonizzazioni (usandoci come dei capri espiatori):

      Spaventando i cittadini con pericoli inesistenti e facendo credere all'opinione pubblica che stanno facendo la cosa più giusta, o che sono realmente onesti, o realmente consapevoli di cosa stiano facendo.

      Ma in realtà non stanno facendo un bel niente per noi: Anzi si tirano sempre fuori dalle loro reali responsabilità, dal non fare bene il loro dovere "o neppure nel modo migliore modo possibile", scaricando tutti i costi dei loro sbagli su degli assoluti innocenti "vittime e capri espiatori" o su tutti quanti noi cittadini.
      Qualcuno mi prenderebbe per matto, se dicessi che la guerra alla marijuana è la maggiore responsabile dell'attuale situazione dei rifiuti tossici in Campania:

      Dei roghi incontrollati, delle discariche abusive ed anche della morte "per l'inquinamento" di migliaia di persone "soprattutto di molte donne e bambini".
      Rogo di rifiuti in Campania

      Eppure ce l'hanno detto anche loro:
      Sono 16 anni che sappiamo di questa situazione (tonnellate di rifiuti tossici o radioattivi sepolti nei campi di cavoli e pomodori).

      Ci hanno anche detto che "da decenni" ci sono i mezzi per scoprire dove sono queste discariche e poi ci prendono anche per il culo:
      (Useremo tutti i mezzi più moderni, anche i droni..)

      (R.) (Oggi abbiamo anche questi mezzi modernissimi per cercarle..) 
      (Basta sorvolare i luoghi con degli elicotteri e con particolari telecamere, osservando le variazioni di colore del terreno o dell'erba..)

      Elicottero con telecamera speciale "sotto", "da erba":
      (Dal costo di oltre 900.000 euro a telecamera)


      (D.) Ma questo è lo stesso metodo che viene usato da anni per trovare le piantagioni di marijuana all'aperto ?

      Allora com'è, che sui giornali, ci sono sempre notizie di: "Scoperta piantagioni di droga, grazie agli elicotteri dei Carabinieri" e non c'è mai la notizia di discariche tossiche scoperte da loro e nello stesso modo.?
      Una pianta di canapone "cannabis sativa" immatura

      Quando solitamente, sono soltanto 4 o 5 piante di canapa sativa coltivate in luoghi assurdi ed estremamente isolati, che spesso si dimostrano soltanto canapone per canarini "soprattutto se svettano per oltre 3 metri", prive della quantità minima di principio attivo da poterle considerare piante stupefacenti, spesso troppo immature per essere fumate o commercializzate "perciò assolutamente innocue e prive di qualunque lesività" e che quasi mai se ne scopre il vero proprietario.

      Provate a cercare la notizia "in questi 16'anni anni" della scoperta di discariche di rifiuti tossici, o di qualunque altra cosa che riguardi i rifiuti industriali sotterrati in Campania in questo modo, cose infinitamente più dannose e lesive per l'intera società di un po di marijuana.

      Ed anche questa volta "a questa felice soluzione" ci sono dovuti arrivare quelli della forestale, probabilmente lo Stato aveva pensato che non ci fosse abbastanza persecuzione verso la cannabis auto-prodotta, hanno visto bene di fornire gli stessi mezzi "telecamere ad ultravioletti per gli elicotteri della forestale", ma questi disgraziati "ed infedeli", invece "e senza che nessuno glielo avesse chiesto" sono andati a scoprire le discariche della camorra e rovesciando il problema della mer.. su qualcun'altro a **Roma..
      **La Soluzione del problema a Roma, inserire la Forestale
      nell'arma dei Carabinieri, così ci si assicura la solita "discrezione" e "fedeltà  para-mafiosa"


      Per la mafia, i rifiuti sono un affare criminale infinitamente più remunerativo dello spaccio di un po di marijuana, cosa che generalmente viene lasciata agli immigrati Nord-Africani o alla malavita albanese, che la coltiva da sola "a distesa e grazie alla collusioni dei loro politici", ettari ed ettari di marijuana "spesso di infima qualità" sulle montagne di questo paese balcanico..
      La cannabis albanese è spesso piena di muffe e coltivata con dei prodotti chimici tossici.
      "Chi comprerebbero del vino o degli alimenti di pessima qualità e prodotti da gente fuorilegge o senza scrupoli: Quando potrebbe comprarli in Italia o coltivarseli da solo, a basso costo ed in completa sicurezza..?"
      Quando la maggior parte dei sequestri di droga alla camorra riguardano cocaina ed eroina "tornata di moda a causa dell'alta disponibilità e del prezzo sempre più basso*"
      *Oggi, i consumatori di eroina prediligono altre modalità di consumo
      rispetto al "buco" e anche l'eroina viene generalmente sniffata o fumata,
      ma sia la dipendenza che il danno sono comunque i medesimi..
      Per quanto riguarda lo spaccio di cannabis, la prevalenza (del 60-75%) riguarda l'hashish "resina di cannabis", proveniente per quasi la sua totalità da Nord Africa e per una piccolissima percentuale da centro Asia (Pakistan, Nepal ed India).
      Anche lo spaccio di cannabis in fiori "marijuana" è abbastanza marginale, riguarda prevalentemente la cannabis albanese "di pessima qualità" e le rare coltivazioni italiane "che comunque, solo se vengono fatte in larga scala, sono abbastanza remunerative" (sempre se il gioco valesse la candela).
      Sono assolutamente convinto che molti di questi coltivatori estensivi siano obbligati a farlo dalla stessa camorra "per dover restituire dei debiti o denaro preso a strozzo", la camorra in questo caso non rischia assolutamente niente, mentre i rischi vengono addossati tutti sul contadino poveraccio e preso in quella rete..
      (Nello stesso modo in cui, certi contadini vengono costretti a prendersi i rifiuti tossici nei loro campi, con il ricatto e le minacce)

      Nonostante questi criminali siano perfettamente efficienti ed organizzati, arrivino in molti "notte e giorno", con dei camion pieni di rifiuti;
      Persino con le ruspe per seppellire i bidoni tossici e scarichino tonnellate di veleni ai bordi delle strade "dandogli pure fuoco":

      (D.) Com'è che non viene mai arrestato nessuno di questi criminali e camorristi.
      "Un felice sequestro di ben 2 piante artritiche"  
      Com'è che, in 16'anni, non si sia mai pensato ad usare questi mezzi "e che costano milioni ai cittadini ed oltre 6000 euro per ogni ora di volo" per cercare le discariche miliardarie della mafia, o per seguire i movimenti di questi rifiuti dal luogo d'origine ?
      Piuttosto che usarli per cercare, sui monti, poche centinaia euro di marijuana, coltivata da qualche ragazzino, o da qualche disoccupato, oppure da qualche fricchettone individualista e morto di fame.?
      Uno spreco di risorse pubbliche criminale, soprattutto in questo momento di crisi e rispetto alle poche piante coltivate da qualche ragazzino per scopo prettamente personale "o da consumarsi alla sera, insieme agli amici", o da un povero disoccupato che vorrebbe tirare su un paio di migliaio di euro e riuscire a pagare l'affitto e tirare avanti per qualche mese..
      Anche i giudici e gli avvocati stanno comprendendo che:
      la ratio della legge è evitare l’uso e il commercio di stupefacenti, in questo caso c’è una conformità allo spirito della legge, visto che si evita di alimentare le mafie.
      Quindi se la coltivazione è a uso personale non è punibile, perché è destinata a soddisfare un fabbisogno strettamente personale"
      Esiste infatti una normativa del Consiglio d’Europa che dice in astratto che “non si possono equiparare droghe pesanti e droghe leggere.
      Urge insomma una differenziazione”.
      Identica questione di legittimità costituzionale è già stata sollevata dalla Corte d’Appello di Roma e sarà presto al vaglio della Corte Costituzionale.
      Viene poi in aiuto dei ‘coltivatori diretti’ una decisione del Consiglio d’Europa, la numero 757/gai del 2004, il “testo sacro” a livello comunitario in materia di stupefacenti: “sono punite tutte le condotte – riassume il legale – concernenti gli stupefacenti, salvo quelle che vedono un uso esclusivamente personale, laddove lo Stato ne ammetta l’uso personale, come l’Italia.
      Tra queste condotte c’è la coltivazione della cannabis e quando è provato l’uso personale derivato da questa produzione fai da te”.
      D'altronde è difficilissimo stabilire, soprattutto quando si tratta di un numero limitato di piante, il contrario, ovvero che la coltivazione sia scopo di spaccio.
      Inoltre, anche nel caso di una coltivazione più ingente, questa potrebbe appartenere ad un gruppo di persone, associate per coltivare le proprie piante in un luogo comune:
      "Anche per poterla più facilmente e collettivamente difendere da eventuali prevaricazioni, accanimento ideologico/legale, o da eventuali furti e quindi dall'appropriazione da parte della malavita", quindi si tratta di poche piante "esclusivamente private" ad esclusivo uso personale, coltivate da più persone maggiorenni (come nel caso dei Cannabis Social Club.
      Inoltre secondo una sentenza della Corte di Cassazione "D.P.R. 9 ottobre 1990 n. 309 (D.P.R. 5 giugno 1993 n. 171)", in tutti questi casi deve essere l'accusa a dimostrare univocamente la condotta di spaccio e non il produttore/detentore che debba dimostrare contrario, quindi molti degli arresti nei casi di detenzione o auto-produzione di marijuana "sia questa limitata oppure no" sono da considerare illegittimi ed assolutamente illegali "soprattutto se vanno oltre il semplice fermo di polizia"..
      Inoltre è caduta la presunzione di cessione di droga (quando la cannabis "marijuana" viene consumata in gruppo), come si è tentato di fare per eludere le norme precedenti sull'uso personale "consentito" degli stupefacenti "esistenti in Italia ed in Europa"..
      "Lo spaccio e la detenzione ai fini di spaccio vanno peraltro provati dall'accusa: infatti, a seguito della depenalizzazione della detenzione per uso personale di sostanze stupefacenti in esito al referendum abrogativo di talune disposizioni del D.P.R. 9 ottobre 1990 n. 309 (D.P.R. 5 giugno 1993 n. 171), la destinazione allo spaccio costituisce un elemento costitutivo del reato di illecita detenzione di droga e, come tale, deve ovviamente essere provata dall’accusa, non potendo farsi carico all'imputato di provare la destinazione a uso personale della sostanza di cui e stato trovato in possesso (cfr. tra le altre, Cass. pen., sez. VI, 29/04/2003, n. 26709, Pezzella)."
      "Secondo questa sentenza, un soggetto colto in possesso di un certo quantitativo di droga, superiore ad una certa quantità, non può essere "automaticamente" accusato di spaccio.
      Il Pubblico Ministero, ossia l'accusa, deve comunque provare (cioè ha l'onere di provare) che il possessore di droga sia una spacciatore.
      In pratica, nel diritto penale non possono esistere presunzioni di colpevolezza."
      "Art. 2
      1. L’articolo 73 del Testo unico, e successive modificazioni, è sostituito dal seguente: Art. 73. (Detenzione illecita di sostanze stupefacenti o psicotrope). – 1. Chiunque, senza l’autorizzazione di cui all’art. 17, detiene sostanze stupefacenti o psicotrope di cui alla tabella I dell’art. 14 al fine di cederle a terzi e di ricavarne un profitto è punito con la reclusione da sei mesi a sei anni e con la multa da 1.000 euro a 25.000 euro. 2. Se la detenzione ha ad oggetto le sostanze di cui all’art. 14, comma 1, lettera a), numero 6), la pena è della reclusione da tre mesi a tre anni e della multa da 500 a 5.000 euro. 3. Non sono punibili la coltivazione per uso personale di cannabis indica e la cessione a terzi di piccoli quantitativi destinati al consumo immediato, salvo che il destinatario sia un minore di anni sedici."

      Quindi, a cosa "o a chi" serve questo accanimento verso chi si auto-produce la marijuana?

      Quando persino un pentito di mafia ci diceva: (Qui, entro vent'anni si muore tutti..)

      Questi ignobili fottuti rappresentanti delle Istituzioni "e che si sono dimostrati peggiori, persino di certi mafiosi pentiti", dicevano alla popolazione campana ed italiana: 
      (Non c'è niente da preoccuparsi, non abbiamo trovato nessun "nesso di casualità" tra i morti di cancro e l'inquinamento, ci pensiamo noi "dello Stato" a proteggervi ed a risolvere tutti i vostri problemi..)

      Intanto questi, bravi rappresentanti dello Stato, si prendevano mazzette a tutto spiano, collusi quali sono con la mafia e compiacenti con i ricchi industriali del Nord e che inviavano i loro camion strapieni della loro merda tossica "a quei terroni africani.."
       (Quando nemmeno la Somalia e che c'era scappata la giornalista morta, non se la prendevano più..)
      Ma in questi anni, questi rappresentanti del Governo Berlusconi ed allegri lobbisti dei potentati industriali del Nord: "Quelli scappati come dei conigli-vermi alla prima difficoltà economica del Paese, portando i loro affari "e macchinari" nel terzo-mondo ed i loro soldi in Svizzera..", ma questi non li ferma nessuno.


      A sentire certi ipocriti, come Giovanardi, Serpelloni e capi proibizionisti vari, esiste un solo "ed enorme" problema in Italia, un problema tale da costringerli a fare una legge speciale "come la Fini-Giovanardi", nata per sovvenzionare le Olimpiadi invernali di Torino, ma usata per sbattere in galera decine di migliaia di "pericolosissimi criminali" drogati.
      "tossicodipendenti trovati a comprarsi l'eroina o con in tasca poco più di una dose, ragazzini "ed adulti" beccati a coltivarsi due o tre piante rachitiche di marijuana, o con in tasca 10 euro di fumo, la quantità che si usa normalmente per farsi tre spinelli alla sera con gli amici, trattati come i peggiori mafiosi e buttati in galera in attesa di essere giudicati per ..peto in luogo pubblico.."
      Per la gente come Giovanardi o Serpelloni, sono come minimo dei malati "come lo sono anche gli omosessuali", tossicodipendenti che fumano la marijuana "che è peggio dell'eroina":
      Perchè un tossico lo puoi anche controllare, si fa sempre ricattare con la galera ed il metadone: Lo puoi anche far picchiare a morte "come il povero Stefano Cucchi", lui sta buono "e si fa torturare, c'è abituato ad essere preso a calci dalla polizia", mentre il drogato di marijuana si difende, ragiona anche bene "lavora e va a scuola con ottimi risultati", non si fa controllare come il tossicodipendente, non puoi nemmeno farlo ricoverare in comunità e schiavizzarlo con il metadone..
      Allora basta fare una legge apposta, fare passare anche questi come dei tossici e pericolosi, costringerli alla stessa via crucis nei Sert, mandarli continuamente dagli psichiatri a spese loro, fargli togliere la patente "e quindi la possibilità di lavorare", togliergli la patria potestà sui figli, buttarli in galera o costringerli a pagare migliaia di euro di multa e di avvocati "e solo per essersi fatti uno spinello".


      Un sequestro di marijuana con tanto di "servizio a domicilio"

      Tutto questo viene fatto usando i metodi più nazisti e prepotenti a disposizione del potere, dando dei premi ingenti ai carabinieri che beccano i ragazzini che si fanno lo spinello in macchina, o arrestano il malato che si cura con la cannabis auto-prodotta:

      Usando anche tutti i mezzi più tecnologici "e più costosi" per trovare quelle pochissime piante auto-prodotte e persino arrestando chi vendeva i "legalissimi" semi di cannabis olandesi (accusandoli di istigazione a delinquere).

      Io mi sbaglierò anche, ma mi sembra che sia molto più criminale istigare dei tutori della legge alla persecuzione dei cittadini ed a usare tutte le loro energie verso certi reati irrisori "ed infinitamente molto meno gravi", soprattutto se questi sono persone adulte, che fanno un uso moderato di tale sostanza e senza porre problemi particolari dal profilo sociale.

      Incanalando l'attenzione dell'opinione pubblica su una determinata categorie di cittadini, per pura e meschina motivazione politico-ideologica: 
      I soliti drogati, omosessuali, comunisti, ecc. ecc..
      E grazie al potere usurpato "di nominato, ma non eletto", abusare della propria autorità sulle forze dell'ordine "obbligandoli ad usare anche i loro mezzi più efficaci nel modo più inappropriato":
      "Rispetto alla lotta verso i veri criminali "i mafiosi e camorristi dei rifiuti e dei roghi" molto più pericolosi e che in meno di vent'anni, hanno creato un incommensurabile sciagura ecologica e che hanno portato "e porteranno a breve" alla morte di altre migliaia persone innocenti; Oltre ad una perdita economica e di reputazione inconcepibile per tutto il nostro Paese."
      Senza nemmeno concedergli la minima libertà, o potere decisionale, o quella di autodeterminazione su cui potevano contare in passato:
      P.e. Il potere di discriminare tra un peto ed una cannonata, ed agire di conseguenza..
      da "I Soliti Idioti"

      A causa dell'accanimento ideologico di alcuni politici "profondamente corrotti e meschini" o per la volontà di allontanare l'attenzione da cose molto più importanti e che li riguardano personalmente.

      O per l'interesse di alcuni poliziotti verso questo genere di reati irrisori "ma altamente più remunerativi e molto più sicuri dell'andare a combattere contro la mafia: Che è armata e molto pericolosa".
      Ma anche o a causa dei tanti amministratori locali collusi con la mafia, corrotti dal potere e dalla politica:

      (Questi sì, che si sono e si stanno ancora comportati da veri pazzi criminali..).

      UN MESE DI MOBILITAZIONE! (Contro la Fini-Giovanardi)

      UN MESE DI MOBILITAZIONE!

      Nessun commento:

      Posta un commento